Logo Sito New

Messina: arrestati tre imprenditori per bancarotta fraudolenta e false comunicazioni sociali

guardia-di-finanza-auto fullI Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, al termine di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Città dello Stretto diretta da Maurizio de Lucia, hanno arrestato per bancarotta fraudolenta e false comunicazioni sociali tre imprenditori e disposto il sequestro preventivo di una società e di denaro per oltre 1,5 milioni di euro. In carcere è finito Augusto Reitano, ai domiciliari il fratello Gabriele e Cristofero Oliveri. Le indagini, consistite in accertamenti contabili, bancari, escussioni di testimoni e intercettazioni, sono nate dopo il crack della N.C. s.r.l. di Messina che operava nel settore della fabbricazione di apparecchi per telecomunicazioni, dichiarata fallita nel marzo 2017. Si è scoperto così un piano finalizzato alla decozione di società del gruppo a beneficio di altre in attivo, in particolare di un gruppo di aziende che si è sviluppato a partire dai primi anni 2000, costituito da numerose imprese che operavano nei settori più disparati: dalla costruzione e gestione di alberghi e villaggi turistici di lusso, alla ristorazione, allo sviluppo di attività pubblicitarie sino all’attività di trasporto aereo e marittimo. Gli inquirenti hanno focalizzato l’attenzione investigativa su una strana operazione economico-finanziaria, per circa 8 milioni di euro, relativa a un credito vantato dalla fallita N.C. s.r.l. nei confronti di una sua società partecipata, la AD N. s.r.l., attiva nell’ideazione di campagne pubblicitarie. Il credito è stato svalutato e contestualmente è stato aumentato, secondo gli inquirenti in modo fittizio, il valore della partecipazione della N.C. s.r.l. nella seconda società. L'operazione sarebbe stata meramente strumentale e finalizzata a nascondere la perdita di esercizio derivata dalla svalutazione del credito, mostrando ai creditori una solidità e floridità patrimoniale ed economico - imprenditoriale della N.C. s.r.l. di fatto inesistente. Queste operazioni di ingegneria finanziaria trovavano espressione nei bilanci delle società coinvolte, bilanci risultati falsi. 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

  1. Video
  2. Foto