Coprifuoco fino alle 22, le nuove regole del Decreto legge

Pubblicato Mercoledì, 21 Aprile 2021 21:18
Scritto da Redazione
Visite: 3398

fascia-sindacoIl decreto legge con le misure per il contenimento dei contagi da Covid-19 è stato approvato dal Governo. Resta il coprifuoco alle 22.00 fino al 31 luglio come confermato dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi, che ha così stoppato la linea della Lega, astenuta nella votazione del provvedimento.

Spostamenti. Il testo conferma lo spostamento libero tra regioni di fascia gialla, mentre per passare tra regioni in fascia arancione e rossa per motivi di turismo servirà la certificazione verde che comprova l’avvenuta vaccinazione, la negatività al tampone e la guarigione da Covid-19.

Locali. I ristoranti e i bar in zona gialla riaprono all’aperto a pranzo e a cena dal 26 aprile, mentre dal 1° giugno si potrà andare nei ristoranti anche al chiuso a pranzo.

Visite. Dal 26 aprile e fino al 15 giugno, in zona gialla e arancione, è possibile andare a trovare amici o parenti in una abitazione privata (diversa dalla propria) in quattro persone al posto di due.

Altre attività. Dal 15 giugno in zona gialla riaprono le fiere. Dal 1° luglio, invece, via libera a convegni e congressi. I centri termali, oggi aperti con la prescrizione medica, riapriranno dal 1° luglio a tutti così come i parchi tematici e di divertimento.

Scuole. Dal 26 aprile e fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). La presenza è garantita in zona rossa dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione dal 70% al 100%. Il decreto quindi aumenta dal 60% al 70% il limite minimo per le superiori in presenza nelle zone gialle e arancioni. Per le università si prevede che dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgano prioritariamente in presenza. Nelle zone rosse si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno.