Logo Sito New

Incontro costruttivo per il Teatro V. Emanuele, presenti il Sindaco Accorinti, l' ass. Stancheris ed i deputati Picciolo e Greco

INCONTRO TEATROE' iniziato intorno alle 17.30 l' incontro - confronto, organizzato dai deputati regionali Picciolo e Greco (DRS) alla presenza dell' assessore regionale al turismo Stancheris, al sindaco della città di Messina Accorinti ed il presidente dell' ente teatro Puglisi, con gli addetti ai lavori del teatro messinese, presidenti di associazioni della provincia intera, artisti, lavoratori del settore e residenti della città dello stretto. "L' incontro nasce - ha sottolineato l' on. Picciolo - per dare voce a chi da anni ha lavorato in questo teatro, per questo teatro e ha creduto e crede tutt' ora nel futuro del Vittorio Emanuele - ha proseguito l' on. Picciolo - bisogna ascoltare, capire ed intervenire tutti insieme, per ridare vita a questa struttura che rappresenta la nostra città, cercando con le vostre idee, i vostri progetti, la vostra esperienza, le istituzioni tutte, di poterne ricavare un risultato, nel breve tempo, che dia una nuova luce al nostro Teatro. Intervento breve anche per il sindaco Accorinti che ha puntato il dito contro la burocrazia, una delle cause della ripresa dello  sviluppo; tra gli interventi dei presenti, anche quello dell' ex assessore comunale Todesco che ha da subito apportato il suo contributo per  trovare delle soluzioni alla ripresa del teatro:"Coinvolgere i turisti in visita a Messina, anche i croceristi, ottenere per la città di Messina i due Caravaggio da ospitare nel teatro Vittorio Emanuele, che, diverrebbe elemento interessante e rilevante per una presenza massiccia di visitatori". Interessante intervento anche per Francesca Cannavò scenografa e costumista del teatro che ha cercato di spiegare la vita lavorativa "dietro le quinte" all' interno del Vittorio Emanuele dove se la macchina artistica dovesse ripartire, si potrebbe utilizzare benissimo la forza lavorativa del teatro messinese senza spendere ulteriori soldi per personale già presente, come per gli allestimenti, i tecnici interni, i costumi". Interventi a seguire anche per Egidio Bernava che ha sottolineato l' interesse primario per i lavoratori del teatro e per la produzione deggli artisti messinesi. Il dibattito è proseguito con  il dott. Orazio Micali (Sovraintendenza) che ha spiegato un possibile progetto da poter realizzare "Demone Teatro", Giuffrè della Cisal, Daniela Ursino dell' associazione Altrieventi, la professoressa Giusi Furnari, dott. Longo, dott. Lauria (Autorità portuale)rientrata da qualche giorno da Maiami per la fiera crocieristica, e tanti altri assolutamente partecipi all' interesse comune, la ripresa del Teatro Vittorio Emanuele. La conclusioni dei lavori è stata guidata  dall' on. Greco che ha più volte sottolineato gli interventi in commissione cultura regionale per la questione Vittorio Emanuele, dal presidente Puglisi che ha evidenziato quanto sia importante per l' intera comunità la ripresa del teatro della città dello stretto  e dall' ass. regionale Stancheris che ha ribadito l' interesse primario della regione siciliana, a far ripartire il teatro messinese, con la forza delle istituzioni locali, provinciali e regionali oltre che al contributo dei privati e di tutti i presenti.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto