Vulcano, sequestrata la pozza dei fanghi

Pubblicato Giovedì, 18 Giugno 2020 06:35
Scritto da Redazione
Visite: 2486

fangh Sicuramente non è una bella notizia per i turisti amanti dell' Isola di Vulcano (Eolie), ne tantomeno per chi fa impresa in quel territorio, terminate nella serata di ieri le operazioni di squestro della pozza dei fanghi di Vulcano e del tratto limitrofo delle Acque calde dove la Geoterme, società che gestisce la pozza, ha apposto una recinzione sul promontorio, impedendo, di fatto, secondo quanto gli viene contestato, a turisti e residenti, il libero accesso, via terra.

Resterebbe l'accesso via mare, decisamente più complicato e pericoloso. 
Impegnati nel sequestro carabinieri, guardia costiera e fiamme gialle.
Denunciato il legale rappresentante della Geoterme.
Già nel luglio dello scorso anno, era sorto una specie di contenzioso tra la Geoterme, che consente l'accesso a pagamento ai fanghi, e la Regione siciliana che, aveva "scoperto" di essere  la proprietaria del sito.