Terme Vigliatore, condannato ex consigliere comunale Carmelo Salamone

Pubblicato Martedì, 02 Giugno 2020 07:56
Scritto da Redazione
Visite: 2600

TRIBUmeNella tarda serata di ieri  la sentenza per i giudizi abbreviati di tre imputati, tra cui un ex consigliere comunale di Terme Vigliatore,  dell’operazione antimafia “Gotha 7”. L’accusa è stata sostenuta dai sostituti della Dda di Messina Fabrizio Monaco e Francesco Massara. Per l’ex consigliere comunale di Terme Vigliatore Francesco "Carmelo" Salamone la condanna per i reati di concorso esterno all’associazione mafiosa dei barcellonesi e tentata estorsione con metodo mafioso, la pena finale decisa è di 7 anni e 2 mesi di reclusione. Per  l’imprenditore Salvatore Piccolo invece la condanna è per associazione mafiosa, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e anche per l’intestazione fittizia del “Lido di Venere” della società Stea, la pena decisa è di 10 anni di reclusione.

Condanna anche per Francesca Cannuli, moglie di Tindaro Carmelo Scordino, accusata di aver portato gli “ordini” di Scordino, quando l’uomo era in carcere, agli altri associati. È stata ritenuta sussistente a suo carico l’accusa di associazione mafiosa, la pena decisa è di 8 anni e 4 mesi di reclusione.