Logo Sito New

Isola pedonale al Tono, limitazioni al Borgo, Nanì:”con senso di responsabilità risvegliamo la nostra Milazzo”

nan22Isola pedonale al Tono, limitazioni al Borgo e al Capo. Abbiamo l’impressione che a Milazzo si vada in controtendenza rispetto al resto dell’Italia che cerca di ripartire dopo la pandemia. Evidentemente quello che è accaduto in questi due mesi non è ancora chiaro a chi amministra. Non occorre muoversi lentamente ma dare delle risposte veloci superando quella burocrazia che da sempre rappresenta il freno dell’economia. Le attività commerciali, quelle del settore della ristorazione e della movida sono ad alto rischio di morte economica e in questi casi come quando si è in terapia intensiva occorrono scelte forti e immediate. Milazzo è una città che da sempre si è contraddistinta per il suo appeal nei confronti dei visitatori. E’ la città della movida, del divertimento, dell’aggregazione sociale. E anche adesso che occorre rispettare le norme sul distanziamento, può continuare ad esserlo a condizione che vi sia l’apertura dei nostri amministratori a sbloccare tutto ciò che invece ha solo prodotto negatività. Pensiamo alla musica al Borgo, alle limitazioni al Tono e al Capo. Quel passato non deve esistere più. Gli spazi pubblici devono essere il punto di ripartenza in sicurezza degli amanti della movida, del divertimento. Senza calcoli o strategie, si apra la città con una visione futurista e non restrittiva. Si dimostri fiducia a coloro che oggi sono davvero in difficoltà ma vogliono farcela. Sono tutti giovani imprenditori, coloro che pur di rimanere a Milazzo hanno deciso di rischiare. Abbandonarli o contrastarli dietro il paravento delle regole restrittive o del burocratese, significa non comprendere le dinamiche che dovranno caratterizzare la fase post Coronavirus.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto