Logo Sito New

Cosa cambia da lunedì 18 maggio

fascia-sindacoCosa cambia da lunedì 18 maggio:

  • Sono consentiti gli spostamenti all’interno della propria regione senza nessuna limitazione;
  • Stop alle autocertificazioni. Per Conte “si potrà andare dove si vuole: in un negozio, al lago o al mare”;
  • Riprendono la vita sociale e gli incontri con gli amici;
  • Rimane il divieto di uscire a chi è positivo o ha i sintomi della Covid-19;
  • Rimane il divieto di assembramenti;
  • Bisognerà comunque rispettare sempre la distanza di un metro.
  • La mascherina, va sempre portata con sé ed è obbligatorio indossarla in alcuni luoghi specifici, come al chiuso o nel caso di strade affollate dove ci sia il rischio o l’impossibilità di rispettare le distanze;
  • Ci si può spostare da una regione all’altra per i soliti motivi; esigenze lavorative, urgenze o motivi di salute salute. Gli spostamenti interregionali saranno limitati fino al 3 giugno, quando si valuterà cosa fare.

Per quanto riguarda le attività economiche e sociali:

  • Riaprono i negozi di vendita al dettaglio;
  • Riaprono i servizi legati alla cura della persona (parrucchieri, barbieri e centri estetici);
  • Riaprono ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, pub con la condizione di tenere sotto controllo la curva da parte delle regioni e l’adozione dei protocolli.
  • La stessa cosa vale per  stazioni balneari;
  • Riprendono le celebrazioni liturgiche;
  • Riprendono gli allenamenti degli sport di squadra, quindi anche gli allenamenti del calcio;
  • Riaprono i musei.

Tutte le attività commerciali e di ristorazione devono attenersi alle linee guida e ai protocolli di sicurezza. Servirà cautela e attenzione da parte di tutti, specie per le regioni più colpite.

Cosa cambia da lunedì 25 maggio:

Riaprono palestre, piscine, centri sportivi.

Cosa cambia da mercoledì 3 giugno:

  • Intorno a questa data, in base all’andamento della curva epidemiologica, si valuterà se permettere gli spostamenti tra regioni;
  • Ci si potrà spostare nell’Unione europea senza obbligo di quarantena per chi arriva in italia. Questo favorirà la ripresa del turismo.

Cosa cambia da lunedì 15 giugno:

  • Riaprono teatri e cinema;
  • Sarà a disposizione dei bambini un ventaglio di offerte a carattere ludico ricreativo.

“Riapertura non significherà ripresa economica – ha concluso il premier Conte –. Il disagio sociale non scomparirà di colpo. Il decreto rilancio non potrà essere la soluzione a tutti i problemi che stiamo vivendo, ma vogliamo dare una mano a chi sta cercando di riaprire. Non possiamo permetterci di fermarci. Dobbiamo far correre l’economia. Nelle prossime ore ci dedicheremo a decreto sulle semplificazioni con l’obiettivo di rendere più rapidi e trasparenti alcuni passaggi e procedimenti amministrativi. Poi programmeranno interventi per investire su un’italia più verde, digitale e inclusiva”.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto