Operazione Beta: Condanne con rito abbreviato per 19 persone

Pubblicato Mercoledì, 10 Ottobre 2018 08:29
Scritto da redazone
Visite: 6553

betaop9Condannati dal Gup di Messina ha condannato con rito abbreviato 19 persone e ne ha assolte due, coinvolte nell’inchiesta ‘Beta” eseguita nel luglio del 2017 dai Ros di Messina e che riguarda gli affari del clan Santapaola di Catania a Messina nel gioco d’azzardo e nell’edilizia. Sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, frodi informatiche, gioco d’azzardo illegale e trasferimento fraudolento di beni, corse di cavalli. Gli arrestati sono Vincenzo Romeo (cognato del boss Benedetto “Nitto” Santapaola) che avrebbe gestito gli affari del clan a Messina. Quest’ultimo è stato condannato a 15 anni e 2 mesi, 10 anni e 10 mesi per Antonio Romeo, 10 anni e 8 mesi per Marco Daidone e Pasquale Romeo, 11 anni per Benedetto Romeo, 6 anni e 4 mesi per Biagio Grasso il pentito che ha svelato gli affari del clan, 3 anni e mezzo per Lorenzo Mazzullo, 1 anno e 10 mesi per Giovanni Bevilaqua, 1 anno e 5 mesi per Salvatore Lipari, 1 anno e 9 mesi per Maurizio Romeo, 6 mesi per Fabio Laganà, Nunzio Laganà, Giuseppe Verde, 3 mesi per Antonio Rizzo, 1 anno e 4 mesi per Mauro Guerrieri e Antonio Lipari, 1 anno e 9 mesi per Caterina Di Pietro e Giorgio Piluso, 2 anni per Gianluca Romeo. Assolti Francesco Altieri e Giovanbattista Croce. Tra qualche giorno comincerà invece il processo per gli altri 25 imputati che hanno  scelto il rito ordinario.