Logo Sito New

Società ciclistiche fittizie tra Barcellona e T. Vigilatore create per ottenere erogazioni dalla regione

FINANZA

Fausto Coppi, Gino Bartali, sono questi i nomi usati per alcune delle società ciclistiche tra Terme Vigliatore e Barcellona. Nomi usati a sproposito, secondo le indagini della Guardia di finanza che hanno rivelato che quelle società erano fittizie, ma erano create in molti casi solo per ottenere erogazioni dalla Regione, e niente avevano a che fare col ciclismo. E’ questa l’ipotesi della procura di Barcellona Pozzo di Gotto che ha concluso le indagini notificando 31 avvisi di garanzia.

 

I reati contestati dalla procura sono di truffa finalizzata al conseguimento dei contributi destinati al potenziamento delle attività sportive con l’aggravante per Giovanni Duci, già sindaco di Terme Vigliatore, e Francesco Pagano (deceduto lo scorso maggio), di associazione a delinquere. Tesseramenti fittizi, attività sportive inesistenti per 60 società che hanno ottenuto dall’assessorato regionale al Turismo più di 120 mila euro per incentivi alle attività sportive.

 

Duci e Pagano hanno ricoperto ruoli di vertice all’interno della Federazione ciclistica italiana: il primo è stato vicepresidente del consiglio federale nazionale (dal 2013 al 2016)  e il secondo presidente regionale (dal 2004 al 2012). Duci era stato già sanzionato nel 2016 dal tribunale federale della Fci per avere alterato il processo di formazione ed espressione delle scelte elettorali degli organismi dirigenti della Fci. FONTE : ‘ La Repubblica’ .

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto