Logo Sito New

Milazzo nei Borghi più belli d' Italia: ottenuto un finanziamento regionale di 100 mila euro. Trimboli:"Soddisfazione per la nostra realtà"

trisimLa città di Milazzo quale Comune presente – nell’anno 2017 – al circuito dei Borghi più belli d’Italia, ha ottenuto un finanziamento regionale di 100 mila euro per l'attivazione o il potenziamento di interventi e servizi di accoglienza e promozione territoriale e turistica. L'assegnazione è stata già ufficializzata anche con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della regionale siciliana.

“Una soddisfazione – afferma l’assessore al turismo, Piera Trimboli – la dimostrazione che l'inserimento nel club borghi più belli d'Italia ha comportato per la nostra realtà non soltanto una bella vetrina internazionale ma anche qualcosa di concreto come un incremento di turisti (attratti da questa parte di Milazzo messa sotto i riflettori) ed adesso anche un finanziamento che – si comprenderà – per noi rappresenta ossigeno nel settore turistico consentendoci di poter pianificare delle azioni per migliorare i servizi così come richiedono i turisti.

“Avevo avuto modo di sottolinearlo e adesso lo ribadisco con piacere: la grande intuizione dell'assessore Piera Trimboli che ha fortemente voluto la candidatura della nostra città oggi ci premia ulteriormente – ha aggiunto il sindaco Formica – con la disponibilità di questi fondi che cercheremo di utilizzare nel modo migliore e mirato per accrescere l’appeal di Milazzo. Il circuito dei borghi più belli d'Italia resta una vetrina mondiale attraverso la quale si promuove non soltanto la bellezza dei luoghi ma anche l'ospitalità delle popolazioni, i prodotti di qualità, la cultura e le tradizioni del territorio e in questa direzione dobbiamo lavorare cercando di fare rete assieme agli operatori turistici locali che già da tempo dimostrano professionalità e competenza".

Il sindaco ha poi rivolto un plauso alla Deputazione regionale che in sede di approvazione della   legge finanziaria ha  varato questo emendamento che non solo riconosce il ruolo dei Borghi siciliani, ma ha disposto un consistente contributo finanziario  perché i comuni associati possano intensificare l’azione di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale-storico ed architettonico.

In Finanziaria regionale contributo ai  Comuni presenti nella rete dei “Borghi d’Italia”

 

L’assemblea dei borghi più belli d’Italia in Sicilia, riunitasi  a Cefalù, preso atto che  la Deputazione della Regione Siciliana in sede di approvazione della   legge finanziaria ha  varato un emendamento che non solo riconosce alla associazione il ruolo di paradigma per i Borghi siciliani, ma dispone anche un consistente contributo finanziario  perché i comuni associati possano intensificare l’azione di promozione e valorizzazione dei  tesori nascosti di Sicilia, di cui sono orgogliosi custodi;

constatato che tale riconoscimento , se da un lato rappresenta la  meritata gratificazione per una sana e lungimirante azione  del Club dei” I borghi Più Belli d’Italia” ed in particolare dei 19 Sindaci Siciliani, rappresentativi di tutte le provincie regionali di Sicilia ,dall’altro li impegna ad intensificare gli sforzi perché emerga sempre più e sempre meglio la “Sicilia del Bello” della quale essi tutti sono testimoni nel mondo;

Esprime apprezzamento nei confronti dell’Amministrazione della Regione Siciliana ed in particolare  della Assemblea Regionale Siciliana  e della deputazione che ha presentato ed approvato l’emendamento, per la coraggiosa scelta

Si impegna ad utilizzare le risorse per una comune azione di promozione dei territori che singolarmente rappresentano, attraverso azioni che possano concretamente  rappresentare un esempio di buona prassi per tutti i piccoli comuni di Sicilia.

Si impegna altresì a spendere ogni energia per poter dimostrare che finanziamenti selettivi e mirati saranno più produttivi di generici finanziamenti a pioggia.

E’ certa che a consuntivo saprà dimostrare  l’efficienza e l’efficacia dell’azione al punto da  poter chiedere la istituzionalizzazione di un apposito capitolo  nel bilancio della regione Sicilia.

Il documento è firmato da Giuseppe Simone, vicepresidente nazionale con delega per il Mezzogiorno e da Salvatore Bartolotta, coordinatore dei borghi di Sicilia.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto