Logo Sito New

Si ritorna dopo 5 anni a votare alla provincia, il via dalla commissione adesso si attende l' ok definitivo all' Ars

province1Passata in Commisione Affari Istituzionali all' Ars, la legge regionale che  reintroduce non solo l’elezione diretta del presidente e del consiglio del Libero consorzio e della città metropolitana, ma anche il gettone di presenza. La norma nazionale non prevede né gettoni né l’elezione diretta. Di fatto la Sicilia, da prima regione che aveva abolito le province, torna a cinque anni fa. La norma è stata votata in commissione (contrari solo i 5 stelle) e adesso andrà in aula per il voto finale. Ma c’è l’accordo di tutti. Una beffa, considerando che la riforma incompiuta delle province venne sbandierata su Rai Uno dal governatore Rosario Crocetta nel febbraio 2013 e ad  oggi non solo non è conclusa ma, anzi, rischia di venire del tutto stravolta. Perché il testo votato in commissione prevede l'elezione diretta dei consiglieri e del presidente delle ex Province, e in più un gettone di presenza: il presidente della città metropolitana o del Libero consorzio riceverà uno stipendio pari a quello del sindaco del capoluogo, mentre il consigliere avrà un compenso equiparato a quello del consigliere comunale. 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto