Logo Sito New

Milazzo, passa in consiglio il Consuntivo 2014 , 23 voti favorevoli

cons777Non sono mancate le polemiche in aula da parte di diversi consiglieri ieri, nel tardo pomeriggio durante l' approvazione del Consuntivo 2014. Ben 23 voti favorevoli che hanno evitato lo scioglimento del consiglio comunale (ritirato l' emendamento di Maisano che aveva creato non poche incomprensioni anche tra i "fedelissimi"). Nei prossimi mesi si dovranno approvare altri sei atti finanziari. 

Milazzo: Il Comune si costituisce parte civile contro la RAM


formica sindacoCon la delibera n. 139 dell’11 ottobre, la giunta municipale ha deciso la costituzione di parte civile nell’eventuale processo contro la Raffineria nell’ambito di una inchiesta per reati ambientali della procura di Barcellona. 

Il provvedimento – proponente il sindaco Formica –è stato votato dagli assessori Giovanni Di Bella, Carmelo Torre, Salvatore Presti, Giuseppe Crisafulli e Damiano Maisano. Astenuto l’assessore Piera Trimboli.

Tutti invece hanno votato l’immediata esecutiva, considerato che proprio questa mattina è prevista l’udienza dal Giudice per le indagini preliminariche dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti d

Leggi tutto...

Operazione Beta: Condanne con rito abbreviato per 19 persone

betaop9Condannati dal Gup di Messina ha condannato con rito abbreviato 19 persone e ne ha assolte due, coinvolte nell’inchiesta ‘Beta” eseguita nel luglio del 2017 dai Ros di Messina e che riguarda gli affari del clan Santapaola di Catania a Messina nel gioco d’azzardo e nell’edilizia. Sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, frodi informatiche, gioco d’azzardo illegale e trasferimento fraudolento di beni, corse di cavalli. Gli arrestati sono Vincenzo Romeo (cognato del boss Benedetto “Nitto” Santapaola) che

Leggi tutto...

Condannato a 7 anni di carcere Gaetano Maria Amato, Magistrato messinese

TRIB1 Il gup di Messina ha condannato a sette anni di carcere Gaetano Maria Amato, magistrato messinese accusato di produzione e diffusione di materiale pedopornografico e violenza sessuale su minore. Secondo la Procura di Messina, guidata da Maurizio de Lucia, il magistrato avrebbe ripreso col cellulare e poi diffuso in rete immagini di due ragazzine di 16 anni e avrebbe scaricato materiale pedopornografico. Amato è ai domiciliari in un centro per disturbi sessuali.(ANSA).

BARCELLONA: 26enne barcellonese V. N. A., arrestato per associazione mafiosa

CARABIBIeri mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Barcellona P.G. hanno arrestato il 26enne barcellonese  V. N. A., in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Reggio Calabria – Ufficio Esecuzioni Penali. L’uomo deve scontare 7 anni e 8 mesi di reclusione poiché è stato condannato, in via definitiva, per il reato di associazione mafiosa, per fatti commessi a Barcellona e Comuni limitrofi tra il 2011 ed il 2012 a seguito dell’indagine denominata “Mustra”, condotta del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto.

Le investigazioni avevano permesso di raccogl

Leggi tutto...

cincotta2

  1. Video
  2. Foto