Logo Sito New

Barcellona sarà una delle tappe di Marco Cavallo a sostegno della chiusura degli Opg

482430 682890348422203 2000356941 nDomattina, alle 9.00, i cittadini barcellonesi potranno vedere aggirarsi per le strade Marco Cavallo, un equino di cartapesta alto quattro metri e dipinto di blu, simbolo della lotta per la chiusura dei sei Opg (Ospedali psichiatrici giudiziari) italiani ancora aperti in un viaggio nazionale che vedrà la sua fine il 25 Novembre a Milano.

L'iniziativa si configura a Barcellona come una tappa del processo di superamento dell'Opg, proposta perseguita da anni dalla città, ed è organizzata dall'Associazione di volontariato C.a.s.a., dall'Arci "Città futura", CGIL, AVULSS, Associazione "Città aperta", CESV, Rete degli studenti, Cooperativa sociale "Fuori onda", Cooperativa sociale "Astu", gruppo di tirocinanti psicologi, dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e dall'Ospedale Psichiatrico.

La manifestazione comincerà presso il campo sportivo dell’Ospedale Giudiziario, dove Marco Cavallo incontrerà gli internati in un momento pubblico aperto all’intera popolazione e in particolar modo alle realtà sociali del territorio, per continuare con un corteo per le vie del centro, previsto per le ore 11.00: il Cavallo percorrerà via Ugo Sant’Onofrio, via Operai, via Umberto I, via Moleti, via Pitagora, via Roma e via Carducci, fino al Ponte Longano, dove arresterà la sua avanzata davanti al Monumento ai Caduti per un momento conclusivo previsto per le 12.30.

“Non si vuole che il corteo del cavallo, volutamente e giustamente allusivo, diventi esposizione trionfale, di vetrina si dice, di qualcosa già realizzato. – Si legge nella descrizione dell’evento, organizzato dall’Arci “Città futura”- “Gli operatori vogliono denunciare invece l'assoluta mancanza di prospettive per chi dovrebbe essere dimesso, andare fuori. Denunciare la totale mancanza di case, di soldi, di lavoro, di strutture territoriali.”