Logo Sito New

MILAZZO: Esce dalla maggioranza la Cocuzza, ma i numeri in aula ad oggi tengono

cocuzSono consapevole della mia inesperienza amministrativa- si legge nella nota stampa della Cocuzza -  ma sono anche molto consapevole del valore che ho dato a questo mio ruolo e dell'impegno costante che con umiltà ho profuso.
Gli accadimenti che hanno interessato in questi due anni il Comune di Milazzo sono stati per la sottoscritta fonte di tanti insegnamenti. 
L'umiltà e la disponibilità non sono state, a mio parere, giustamente considerate.
Per prima cosa, Sig. Sindaco, Lei è stato eletto sicuramente per il suo notevole appeal politico ma anche grazie al modesto contributo dei miei voti. Il consenso da me ottenuto insieme al consenso di tutti gli altri Consiglieri di maggioranza hanno consentito la sua elezione. 
Non vi è traccia di questa consapevolezza in questi due anni di amministrazione.
Per mia cultura ho profondo rispetto del Suo ruolo, ma parimenti attribuisco al Consiglio Comunale un ruolo cruciale. Ritengo invece che il ruolo dei Consiglieri di maggioranza sia stato da Lei considerato secondario o nella migliore delle ipotesi scontato.
Mi sono permessa di esternare, esprimendo sempre il mio parere sulle grandi tematiche, le mie preoccupazioni sul dissesto finanziario del Comune e sulla flebile presa di posizione di questa Amministrazione nei confronti dell'inceneritore. Non ritengo di possedere la verità ma, mi sarei aspettata in quanto parte della maggioranza, una disponibilità al dialogo, un coinvolgimento o una spiegazione. Nulla di tutto questo è avvenuto! Tante volte mi sono chiesta se la mia funzione fosse solo quella di votare favorevolmente a tutte le sue proposte. Sia chiaro, Sig. Sindaco, che non sono affetta dalla sindrome del protagonismo ma mi sono mancate condivisione e partecipazione. Lei mi è apparso man mano che passavano i mesi espressione nostrana del renzismo: atteggiamento politico-culturale che non appartiene alla mia formazione umana e politica.
La lite interna alla maggioranza che si è di recente consumata mi ha fatto riflettere e mi ha indotto a pormi delle domande. Non è stata una rappresentazione di classe per i cittadini di Milazzo. 
Tengo a precisare, come ho letto su una testata giornalistica, che non ho fatto alcuna "assenza strategica", ne è prova la mia costante presenza in aula ed alle votazioni. Le strategie non sono nel DNA della mia famiglia che ha sempre fatto politica per passione! 
Le mie riflessioni sono state sempre pubbliche e prive di messaggi subliminali. Per questa mia chiarezza passata, ritengo di dovere essere ancora più trasparente nei miei confronti e soprattutto versi i cittadini che mi hanno sostenuto. 
Lo spirito che ha contraddistinto la campagna elettorale, la partecipazione e la condivisione delle scelte mediante il coinvolgimento di tutti sono venute meno giorno dopo giorno. Dovevo impormi? Dovevo innescare polemiche? Forse. Intanto non mi riconosco più nella Sua maggioranza ed ho deciso di aderire al Gruppo Misto confermando il mio impegno solo ed esclusivamente per il bene di Milazzo.

VALENTINA COCUZZA – CONSIGLIERE COMUNALE DI MILAZZO.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto