Ballottaggio. Calabrò scrive ai dipendenti comunali: “Riorganizzare le risorse umane sarà prioritario”

Pubblicato Mercoledì, 19 Giugno 2013 09:51
Scritto da F. Z.
Visite: 1439

calabrò3Il candidato sindaco del centro-sinistra, Felica Calabrò, all'indomani del primo vero confronto televisivo col suo avversario, torna a concentrare la sua attenzione sul delicato tema della riorganizzazione della macchina organizzativa di Palazzo Zanca.

Quella della gestione delle risorse umane è un'annosa questione che, non a caso, ha animato anche il dibattito di ieri sera. Solo attraverso la valorizzazione delle numerose professionalità esistenti tra i dipendenti comunali, secondo Calabrò, si potrà attivare un processo virtuoso di sviluppo socio-economico del territorio.

L'ex capogruppo Pd snocciola i numeri di Palazzo Zanca. Il Comune di Messina oggi conta nel totale circa 1870 dipendenti (comprensivi dei precari) a fronte degli oltre 3000 di alcuni anni addietro. “E' pertanto necessario – dichiara – motivare adeguatamente il personale, creando un nuovo senso di appartenenza all’organizzazione comunale e migliorando le condizioni lavorative di ciascuno facendolo sentire parte attiva di una entità più grande cui appartiene e cui fornisce un contributo importante”.

L'azione di Calabrò, qualora dovesse conquistare la poltrona di primo cittadino, si articolerà seguendo otto linee guida, che vanno dalla stabilizzazione dei precari all'adozione di regolamenti in materia di incentivi, passando per il recupero della dignità del pubblico dipendente.