Logo Sito New

Accorinti vs Calabrò: campagna che scotta

accorinti-calabròMancano ormai pochi giorni dal ballottaggio che il prossimo 24 giugno decreterà il prossimo sindaco di Messina e, come spesso accade, sul rush finale la campagna elettorale si infiamma. Il candidato sindaco di Cambiamo Messina dal basso, Renato Accorinti, rispedisce al mittente, ovvero all’avversario di centro sinistra, Felice Calabrò, le accusa riguardanti la presunta “estremizzazione a sinistra” che ne caratterizzerebbe il movimento civico. «Quando si parla male degli altri – afferma Accorinti – vuole che non si hanno più argomenti a proprio favore. Non capisco come si faccia definire di estrema sinistra, una realtà che ha raccolto il sostegno di giovani e meno giovani provenienti da tutti gli ambiti. La verità è che Messina ha compreso, accolto e premiato con un consenso da molti imprevisto il progetto politico di partecipazione da me proposto.    C’è un’intera società pronta ad assumersi la responsabilità del cambiamento e a lavorare per far uscire Messina dal disastro in cui si trova, per costruire una città libera dalla cappa e dal dominio dei gruppi di interesse. Una città finalmente libera da una politica fatta di favori e clientele. Ma per liberare una città ci vogliono uomini liberi da ogni sudditanza e da ogni condizionamento (politico, partitico, economico, massonico), con una storia coerente di impegno e con il sostegno attivo dell’intera società cittadina». Il candidato sindaco che si appresta a vivere una finale di campagna elettorale scoppiettante, continua intanto il suo tour sul territorio. Dopo Giostra e Bisconte, sarà il momento do di villaggio Aldisio, Fondo Fucile e i villaggi della zona nord, in particolare Gesso, Salice e Rodia. Il tutto in vista del grande appuntamento che si terrà mercoledì sera a piazza Duomo e che vedrà salire sul palco il cantante e musicista Roy Paci, da sempre in prima linea nel sostegno al candidato civico.   

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto