Logo Sito New

Ars. Ardizzone: tornare alla doppia scheda

ardizzone12"La doppia preferenza ha funzionato e la conferma è nell'elezione di tante donne alle ultime amministrative siciliane. Sulla legge elettorale, invece, è necessario intervenire per la reintroduzione della doppia scheda per il sindaco e per il consiglio comunale". Lo ha detto il presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone, nel corso della tavola rotonda sulla nuova legge elettorale regionale e la doppia preferenza di genere che si è svolta a Messina, alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università, nell'ambito del Corso 'Donne, politica e istituzioni'.

"Il ritorno alle due schede – ha spiegato Ardizzone – consentirà di regolare il rapporto tra i voti di

Leggi tutto...

Addio province, ma a Caltanissetta continuano le sedute

provinceDa stanotte addio alle Province in Sicilia. Una circolare dell'assessore alle Autonomie locali, Patrizia Valenti, ha indicato nella giornata di oggi l'ultimo giorno di funzionamento degli enti, per effetto della legge voluta dal governo Crocetta e varata dal Parlamento siciliano che ne sancisce l'abolizione e la sostituzione con i liberi consorzi dei Comuni. Una riforma che dovrebbe partire entro il 31 dicembre e portare ad un risparmio di 50 milioni di euro l'anno secondo le stime del governatore siciliano. Il Consiglio provinciale di Caltanissetta, pero', non ci sta e ha deciso di proseguire le sue sedute. L'aula e' stata riconvocata, infatti, per mercoledi' prossimo alle 10;30. Una dec

Leggi tutto...

Palermo. Messineo ha ostacolato la cattura di Messina Denaro

messineoIl procuratore di Palermo, Francesco Messineo, non ha favorito la circolazione delle informazioni all'interno del suo ufficio . E "conseguenza di questo difetto di coordinamento sarebbe stata la mancata cattura del latitante Matteo Messina Denaro". Lo scrive il Csm nell'atto di incolpazione, citando l'accusa del pm Leonardo Agueci. Messineo rischia il trasferimento d'ufficio dopo che la prima commissione del Csm gli ha contestato una gestione debole della Procura.

Lavoro. In Sicilia persi 38 mila posti

sicilia-lavoroIn Sicilia persi 38 mila posti di lavoro nel 2012, con un calo dell'occupazione del 2,7% (dato in flessione da sei anni). Il tasso di disoccupazione si aatesta a quota 18,6%. Situazione drammatica per i giovani: - 6,9% di occupati nella fascia tra i 15 e 34 anni e addirittura -9,8% fino a 24 anni. In totale gli occupati sono un milione e 394 mila. E' quanto emerge dal rapporto della Banca d'Italia sull'Economia in Sicilia, presentato oggi.

Sicilia. 7 mila edifici abusivi in 2 anni

demolizioneQuasi 4 mila abusi scoperti nel 2011 e poco piu' di 3 mila nel 2012. E ancora: secondo l'ultimo dato disponibile, quello del 2011, le pratiche di sanatoria sono 758.856. La ''capitale'' dell'abusivismo e' Catania, con oltre mille abusi per 250 mila metri cubi. e' quanto emerge dal rapporto presentato stamani dall'assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello.Poche finora le demolizioni: appena 98 nel 2012, a fronte di mentre 1.200 ordinanze di abbattimento.

cincotta2

  1. Video
  2. Foto