Logo Sito New

Messina, consulta provinciale degli studenti

E’ con grande piacere ed entusiasmo che il Presidente della consulta provinciale degli studenti, Albert Finocchiaro, presenta un evento nuovo nel panorama studentesco provinciale proprio in occasione della prima edizione del Pride che si terrà a Messina, l '8 giugno 2019. L' evento ha trovato il consenso del Comune di Messina, il quale ha concesso il proprio patrocinio alla piattaforma programmatica dell'iniziativa che, esulando dal solo riconoscimento dei diritti della popolazione omosessuale, per l'edizione messinese focalizzerà la propria attenzione sulla tutela di tutte le minoranze presenti nella società e specificatamente nella nostra città.  L'ampliamento della visuale segue i dettami della Costituzione che già nei Principi fondamentali riconosce pari diritti a tutti i cittadini, senza distinzione per appartenenza religiosa, per credo e fede differenti, per provenienze geografiche, per razze ed etnie, per diversità di condizioni personali e sociali. 
Sulla base dell'assunto di allargare l'attenzione al riconoscimento dei diritti delle minoranze tutte e di attivare azioni di contrasto a forme di persecuzione, violenza verbale e fisica e di segregazione, si è pensato ad attività che sensibilizzino la città e le fasce di popolazione più giovani e mature affinché percepiscano il rispetto e l'inclusione come valori. Valori che noi riteniamo debbano essere appresi sin dall'età scolare. Ecco perché è stato organizzato, in collaborazione con il Comune di Messina e il Comitato Organizzatore del Pride 2019, un dibattito che, moderato dalla giornalista Gisella Cicciò, si terrà nell' Aula consiliare del Comune di Messina, giorno 31 Maggio alle ore 10:30. Parteciperanno il rappresentante regionale di AGEDO (Associazione Genitori Figli Omosessuali) ed il presidente di ArciGay Sicilia, insieme a tutti i rappresentanti degli Istituti Superiori di Secondo grado della Città metropolitana di Messina.  “La partecipazione della Consulta provinciale degli Studenti alla prima edizione dello StrettoPride - ha sottolineato Francesco Moraci, rappresentante alla CPS del licelo La Farina - è significativa: noi studenti siamo i primi a sentire la necessità di un reale cambiamento nella nostra comunità . Abbiamo deciso di aderire a questo grande evento per rilanciare la necessità dell'educazione all'affettività all'interno delle nostre scuole. Discipline fondamentali per migliorare la nostra società affinché non si verifichino più eventi di violenza di genere" .
Il Presidente Finocchiaro invece ha tenuto a segnalare l’importanza di questa manifestazione, in un momento in cui si assiste giornalmente a violenze di vario genere nei confronti delle minoranze. “Tengo particolarmente alla riuscita di questo evento - ha dichiarato Albert Finocchiaro  - ma specialmente alla trasmissione delle tematiche che si affronteranno durante il dibattito” Finocchiaro ha tenuto infine a ringraziare  il comitato organizzativo del “Pride dello stretto”, per aver dato la possibilità agli studenti della Città metropolitana di confrontarsi ed esprimere la propria opinione su tematiche più che mai attuali e significative.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto