Logo Sito New

Emergenza abitativa. Accorinti non firma le procedure speciali per le 3 famiglie, - c'è una graduatoria da rispettare -

piazza-municipioL'emergenza abitativa continua ad interessare Palazzo Zanca ed il suo primo piano. Le tre famiglie che ormai da giorni vivono sui divani del Comune speravano in una lieta novella dopo l'aiuto offerto dall'Ass. Mantineo, ma il Sindaco Renato Accorinti ha smentito quasi "le promesse" del componente della sua Giunta, il quale aveva dichiarato che prestissimo un'abitazione sarebbe stata donata ai nuclei familiari, domicilio proveniente dalla graduatoria dell'Istituto Autonomo Case Popolari: il Primo Cittadino ha infatti dichiarato che il rispetto della legalità e dell'ordine è la prima prerogativa per far funzionare al meglio un Comune, di conseguenza le 3 famiglie non otterranno immediatamente l'alloggio, dato che prima di loro in graduatoria ci sono altri nuclei familiari. Gli ospiti di Palazzo Zanca hanno quindi cominciato ad inveire contro il Sindaco, e, calmati poi dai Consiglieri Comunali Sturniolo e Fenech, hanno abbassato decisamente i toni. La situazione delle 3 famiglie rimane però abbastanza grave, nei prossimi giorni tutte riceveranno lo sfratto, diventando ufficialmente dei senza tetto: la graduatoria intanto non comprende i loro cognomi, ed i soggetti sono costretti a vivere ancora dentro Palazzo Zanca, sperando che al più presto la loro situazione cambi drasticamente. A tal proposito l'Ass. De Cola ha in mente vari progetti, ma è costretto ad aspettare i soldi provenienti dalla Regione, di conseguenza i 3 nuclei familiari rimangono ancora senza una casa.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

cincotta2

  1. Video
  2. Foto